lunedì 3 aprile 2017

La Piadina ... Romagnola



Mi manca tantissimo stare senza di lui .... ma che tristezza, di chi parlo? ma di lui, il forno,  ancora è latitante, (ma per poco spero!). Ne faccio un grande uso,  e  credetemi 2 mesi senza, è davvero tanto,  il mio buon vecchio ha galoppato parecchio e mi ha mollato,  ma c'era da aspettarselo. 
Ma come si fà a dire... “il forno lo uso poco"!!!  Ebbene, qualcuno me lo ha detto, deduco che sicuramente non sarà certo un'appassionato di cucina,  il forno a momenti è quasi indispensabile, dolci, biscotti, arrosti, pizza ... una droga! 
A mali estremi, estremi rimedi, allora eccomi con questa ricetta, La piada o piadina.
Ovviamente non prevede l'uso del forno, l'ho trovata facile e veloce,  può rimediare una sera tra amici e  fatta in casa, credetemi, dà molta più soddisfazione che comprata. 
Addirittura nel 2014, è  stata registrata come Indicazione geografica protetta.
Tradizionalmente viene cotta su un piatto di terracotta, detto teglia, teggia in dialetto, ma oggi viene cotta su piastre di metallo.
Prendete carta e penna o stampatela vi sarà utile...






Ingredienti:  ( 4/5 persone)

500gr di farina ( io 200gr  integrale)
70gr di strutto ( 3 cucchiai di olio per una versione più light)
90 ml di acqua tiepida
50ml di latte
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino di sale




Ripieno (per noi)
  
Prosciutto crudo Toscano dop
squacqerone (nonno nanni)
rucola

In una ciotola, mescolare l'acqua tiepida con il sale, poi la  farina, lo strutto  a temperatura ambiente, il bicarbonato,  il  latte, fino ad ottenere un panetto omogeneo ed elastico. ( se fosse troppo appiccicoso, aggiungete della farina) Infarinate il panetto e coprite con con una ciotola,  lasciare riposare 30 minuti.
Adesso staccate dei pezzi dal panetto di circa 100gr e tirare con il matterello  3-4 mm, a me piace sottile,  formate le piadine, bucherellate un po' la superficie con la forchetta e mettetele via via separate da fogli di carta forno.
Fate scaldare bene una teglia di ghisa,  mettete su la piadina, occhio che cuoce velocemente quindi attenzione, appena si formano delle bolle, giratela  aspettate un minuto e poi conditela con ciò che vi piace, io ho messo lo stracchino il prosciutto e la rucola, eccola pronta, l'ho tagliata a metà, servita calda con una buona birra.


7 commenti:

  1. Anch'io non potrei mai stare senza forno!Indispensabile per troppe cose,ne faccio uso larghissimo e non potrei mai farne a meno!:).
    Ottima la piadina,ho avuto modo di assaggiarla una volta sola fuori e mi era piaciuta molto,mi piacerebbe cimentarmi nella sua realizzazione magari con la tua bellissima ricetta che mi piace e ispira tantissimo!:)).
    Grazie mille per la condivisione,un bacione e complimenti,bravissima!!:)).
    Rosy

    RispondiElimina
  2. Non mi parlare di forno che non ho il mio e mi fa girare l'anima vorticosamente ... la tua piadina è stupenda 👏

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, si è buona e sono soddisfatta, non la compro più!

      Elimina
  3. Ciao, piacere di conoscerti! Hai proprio ragione, il forno è indispensabile, almeno per me.
    Buonissima questa piadina, sicuramente molto più sana e gustosa di quelle del supermercato!

    RispondiElimina
  4. Grazie per essere passata da me ottima la tua ricetta della piadina la proverò, io l'adoro. Buona domenica.

    RispondiElimina
  5. Grazie per essere passata da me ottima la tua ricetta della piadina la proverò, io l'adoro. Buona domenica.

    RispondiElimina